il prodotto e la sua terra  agosto 2011
    di Nunzio Romano

Pizze e focacce d’Italia

Sebbene la variante napoletana della pizza sia la più famosa nel mondo, in Italia esistono diverse varianti regionali di pizze e focacce, ognuna diversa dall’altra.

La storia delle preparazioni riconducibili alle odierne pizze e focacce è antichissima: già gli etruschi, i greci e romani avevano l’abitudine di cuocere un pane piatto da mangiare da solo o condito, ma in generale preparazioni di questo tipo, guarnite dagli ingredienti più disparati sono sempre esistite.
Se Napoli è la patria della pizza, infatti, altri tipi di pizze e focacce sono genericamente diffusi in tutta la penisola italica.
Tra queste, le varietà più famose sono:

- La pizza al taglio alla romana: è una pizza cotta in grandi teglie metalliche e poi venduta a tranci. I locali che vendono la pizza al taglio, pur essendo diffusi in molte zone d’Italia, sono particolarmente tipici della città di Roma, dove, ad esempio, è possibile gustare un pezzo di pizza passeggiando a Piazza di Spagna o davanti alla Fontana di Trevi.

- Focaccia genovese: è probabilmente la varietà di focaccia più famosa d’Italia. Spessa un paio di centimetri, condita con olio e sale marino, è uno degli orgogli della gastronomia ligure, viene solitamente acquistata nei panifici e consumata a qualunque ora del giorno. È anche l’ideale per un pranzo veloce se andate al mare in Liguria.

- Focaccia di Recco: è un’altra prelibata specialità ligure, prodotta tradizionalmente in alcuni paesini della riviera. Si tratta di una preparazione molto particolare poiché è composta da due strati sottilissimi d’impasto che racchiudono un altrettanto sottile strato di formaggio.

- Pizza alta in teglia: è di forma circolare, come la pizza alla napoletana, però è molto spessa e viene cotta all’interno di una teglia metallica. È possibile gustarla in diverse città e, in particolare, è la pizza tipica della città di Milano, dove abbondano le pizzerie che la vendono in spicchi da mangiare sul posto o da portare a casa.

- Focaccia barese: è probabilmente un derivato del tipico pane pugliese, preparata con semola di grano duro e tradizionalmente unta con abbondante olio extravergine d’oliva e guarnita con pomodori freschi o olive.

- Lo sfincione: condita con salsa di pomodoro, formaggio siciliano e cipolla, è la pizza tipica della città di Palermo, dove è possibile gustarla acquistandola nei forni e nelle pizzerie della città o dai caratteristici venditori ambulanti che la vendono per le strade.

- Focaccia alla messinese: spessa una o due dita, è cotta in teglie metalliche tradizionalmente di forma rettangolare o quadrata. Condita con verdura, pomodoro, formaggio e acciughe, viene venduta dalle svariate focaccerie cittadine al peso e tagliata in piccoli tranci rettangolari.

Queste sono solo alcune delle più tipiche pizze e focacce italiane, e voi? Ne conoscete altre?

Lascia un Commento