il gusto autentico  luglio 2011
    di Nunzio Romano

Street food all’italiana: il gelato

Come abbiamo visto nel recente post sugli arancini, sono molte le preparazioni tipiche italiane riconducibili allo street-food, e tra queste è impossibile non annoverare quella estiva per eccellenza: il gelato.

Gelato

Anche in questo caso si può parlare di una storia tutt’altro che recente: già alla corte di Alessandro Magno, ad esempio, sembra si preparasse una mistura a base di frutta, miele, spezie e neve che aveva in comune con l’odierno gelato per lo meno lo spirito se non il gusto.

Per quanto riguarda il gelato moderno, invece, bisogna risalire fino all’età moderna.
Esistono diverse teorie riguardo la sua invenzione, alcune rimandano alla corte di Caterina De’ Medici, altre a quella di Carlo I d’Inghilterra, ma con ogni probabilità a rendere famoso il gelato moderno fu un uomo d’origine siciliana chiamato Francesco Cutò, meglio conosciuto come Francesco Procopio dei Coltelli.
Sono diverse le storie che circolano sul suo conto: alcune raccontano che questi ereditò una macchina per preparare il gelato migliorata dal nonno e che con questa imparò a preparare il gelato utilizzando la neve dell’Etna. Altre narrano di come, durante il suo viaggio alla volta della Francia, fece scorta di essenza di bergamotto nella città di Messina e che fu la vendita di questa ai parigini desiderosi di profumarsi con nuove fragranze a fare la sua fortuna, consentendogli di ottenere dal Re di Francia la “lettera patente” per la produzione di acque gelate e sorbetti agli agrumi o al bergamotto.
Quel che è certo è che l’intraprendente siciliano, dopo essere giunto nella capitale francese, vi aprì nel 1686 quello che è generalmente riconosciuto come il primo “Caffé” del mondo: il “Cafè Procope”.
In quei locali Fancesco serviva, oltre al caffé, all’acqua al bergamotto e ai sorbetti, anche un gelato innovativo per l’epoca, preparato con lo zucchero al posto del miele.
Il Cafè Procope divenne talmente famoso in quegli anni che tra i suoi avventori vi furono personalità del calibro di Robespierre, Voltaire e Napoleone.
Fu proprio da quel Caffé che la fama del gelato andò diffondendosi per tutta Europa, finendo per divenire un alimento di uso comune venduto dai carrettini ambulanti per le strade delle città.

E voi? Che gusto avete in fatto di gelati? Quali sono i vostri gusti preferiti? E quali i posti migliori per gustarlo?

Se volete provare a preparare il gelato in casa, poi, potete seguire la ricetta dei nostri chef!

Tag:, , , , , , ,

Lascia un Commento