il prodotto e la sua terra  ottobre 2010
   

Mantova la ghiotta

Città d’arte e di gusto, Mantova è la patria della zucca e della buona tavola. Vale una passeggiata tra le sue bellezze, con saporiti pit stop tra trattorie e ristoranti stellati. Ogni stagione è buona per un weekend all’insegna dell’arte e, perché no, dei sapori

Appunti di viaggio

Bussola: per stare, gustare e fare scorta

DOVE STARE

Casa San Domenico
Design e antiquariato

vicolo Scala, 8
tel. 335.259292
Doppia da 200 euro

Armellino
Soffitti, affrescati, arredi d’epoca e caminetti

via Cavour, 67
tel. 346.3148060
Doppia da 85 euro

DOVE GUSTARE

Aquila Nigra
Per palati esigenti con il gusto per l’estetica

via Bonacolsi, 4
tel. 0376.327180
Menu: da 65 euro

Osteria Ai Ranari
Rustico con gusto

via Trieste, 11
0376.328431
Menu: da 25 euro

Il cigno dei Martini
Di tradizione familiare

piazza d’Arco 1
tel. 0376.327101
Menu: da 45 euro

DOVE FARE SCORTA

La Ducale
Confetture, mostarde, cioccolato di ottima qualità e altri prodotti tipici

via Calvi, 23
tel. 0376.321305

Salumeria Bacchi
Salumi e formaggi tipici

via degli Orefici 16
tel. 0376.323765

Panetterie Randon
Pane, schiacciate, dolci e pasta fresca

c.so Vittorio Emanuele, 128
tel. 0376.324794

INDIRIZZI UTILI

Comune di Mantova
tel. 0376.338359

S.U.

Le piazze sono veri e propri salotti e ogni palazzo un’opera d’arte: in questa elegante città del nord, si vive bene e si mangia meglio.
Il tenore di vita è alto, lo spirito colto e il ritmo è slow e rilassato.
Attenta alle tendenze della cultura e dell’arte contemporanea, Mantova ospita ogni anno eventi e mostre straordinarie (come il “Festivalettaratura” che riunisce il meglio della narrativa mondiale).
Ma anche appuntamenti dedicati alla tradizione gastronomica di queste terre fertili, bagnate dai laghi e costeggiate dal Mincio.

Le strade  di Mantova sono golose, dal ristorante Aquila Nigra alla salumeria Bacchi all'osteria Ranari. Non solo tortelli di zucca, ma salumi finissimi, luccio in salsa, torta Sbrisolona

Le strade di Mantova sono golose, dal ristorante Aquila Nigra alla salumeria Bacchi all'osteria Ranari. Non solo tortelli di zucca, ma salumi finissimi, luccio in salsa, torta Sbrisolona

Uno tra i tanti, Di Zucca in Zucca” (fino all’8 dicembre nelle corti contadine si potrà gustare la zucca in tanti modi diversi, partecipare a corsi di cucina e di intaglio vegetale) dedicato all’ingrediente tra i più amati sulle tavole mantovane, dalla polpa pastosa e dal sapore dolciastro.

La Patria di Virgilio, grande poeta latino, e dei Gonzaga si svela al visitatore poco alla volta, tra bellezze storiche e architettoniche rimaste intatte nel tempo, da scoprire lentamente a piedi o in bicicletta: da Palazzo Te, capolavoro cinquecentesco, al Duomo, Palazzo Ducale, un’enorme reggia, piccola città nella città e piazza Sordello, delle Erbe con la Rotonda San Lorenzo, la chiesa più antica, costruita nel 1082 che al suo interno conserva un importante matroneo e affreschi di scuola bizantina.
Intorno, paesaggi sospesi tra acqua e cielo dove la città sfuma nella campagna.

Per dormire, nel cuore della città, il B&B l'Armellino è un mix perfetto di fascino e silenzio

Per dormire, nel cuore della città, il B&B l'Armellino è un mix perfetto di fascino e silenzio

Alla straordinarietà della cornice ambientale, corrisponde la qualità delle proposte gastronomiche, tra ristoranti blasonati e vecchie osterie.
Una cucina, quella mantovana, definita dei “principi” e del “popolo”.
Prodotti semplici e piatti ricercati che alla tradizione mescolano il gusto di oggi.
Dai bigoli con le sardelle allo stracotto d’asino. Il salame con l’aglio e il luccio in salsa.
I tortelli di zucca e la torta sbrisolona.

Come al ristorante l’Acquila Nigra, caldo ed elegante, che mette in tavola piatti fantasiosi con una particolare attenzione alle materie prime.
Ad esempio, il luccio in salsa d’acciughe, prezzemolo, capperi e polenta abbrustolita.
Si mangia su tavoli di legno e semplici tovaglie di carta, all’Osteria ai Ranari: i piatti sono quelli della tradizione virgiliana, dal classico sorbir d’agnoli allo stracotto d’asino fatto come una volta.
E’ un classico, Il Cigno dei Martini, in piazza d’Arco, di tradizione familiare, con una passione per la ricerca e la rielaborazione di vecchie ricette.
In questo ristorante molto accogliente, almeno una volta, bisogna fare tappa per ordinare il risotto alla pilota, l’anguilla in carpione e la torta di ricotta.

Le mostarde di frutta da mangiare con salumi e formaggi, i dolciumi e gli scorci meravigliosi del centro storico: Mantova è un susseguirsi di attrazioni fra gusto e cultura

Le mostarde di frutta da mangiare con salumi e formaggi, i dolciumi e gli scorci meravigliosi del centro storico: Mantova è un susseguirsi di attrazioni fra gusto e cultura

E tra un monumento e una piazza ci si ferma a fare scorta di prelibatezze: non c’è che l’imbarazzo della scelta alla Salumeria Bacchi, dove le specialità mantovane – salumi e formaggi – sono di ottima qualità.
Il fiore all’occhiello è il pane: per l’impasto, si utilizzano infatti lieviti madre che danno gusto e sapore da oltre 90 anni ai prodotti da forno delle Panetterie Randon (oltre a via Vittorio Emanuele si trovano in via XX Settembre, 24 e in via Chiassi, 105).
È speciale la Caffetteria La Ducale, ideale per una pausa caffè o per un aperitivo, tra ottimi vini, salumi e cocktail.
E per fare shopping: l’universo dei sapori proposto da La Ducale, frutto di un’attenta selezione tra le migliori aziende italiane, è anche acquistabile al punto vendita della caffetteria.

Silvia Ugolotti – Foto di Marzia Gandini

Tag:, , , ,

Lascia un Commento