la cultura è servita  giugno 2010
   

Libri ed eventi gastronomici

Trenta chef svelano ad Academia Barilla come interpretare le ricette della loro terra d’origine e tante feste e banchetti a tema gastronomico, da Parma a Forlimpopoli.

IL LIBRO

Novità secondo tradizione

Trenta chef svelano ad Academia Barilla come interpretare le ricette della loro terra d’origine

Patria della gastronomia, l’Italia gode di una fama senza pari.
Sono pochi i paesi che possono mettere sul piatto (è il caso di dirlo) un così ampio ventaglio di specialità e di santuari del gusto. Con grandi differenze da una regione all’altra, a volte sfumature sottili, ma che a un palato attento non sfuggono. Sono tanti gli chef nel nostro paese che si danno da fare per tramandare la grande arte culinaria italiana, con radici ben affondate nel terreno della tradizione e con guizzi di creatività nel creare sapori contemporanei.
Ed è proprio grazie a loro, attraverso i loro piatti e le loro cucine (le trenta migliori d’Italia selezionate da Academia Barilla) che si è potuto tracciare un ritratto della cucina regionale italiana. Nel libro illustrato dalle fotografie di Lucio Rossi e introdotto dalle parole degli chef Mario Batali e Paul Bartolotta, I grandi cuochi e i loro segreti, l’attenta penna di Mariagrazia Villa (preceduta dalle accurate presentazioni regionali di Giancarlo Gonizzi), ha scavato nelle loro origini culturali e culinarie.
Raccontando un’arte e al tempo stesso un territorio.

I grandi cuochi. I loro segreti, Edizioni White Star, 50 euro.

EVENTI GASTRONOMICI

Da Parma a Forlimpopoli

Feste e banchetti a tema gastronomico

Imbandisce le tavole dei castelli di Parma e Piacenza Ricordanze di Sapori:

  • il 4 giugno menu di corte alla Rocca di Fontanellato
  • il 24 si banchetta a Castell’Arquato (info e prenotazioni: tel. 0521.823221; www.castellidelducato.it).

Sono dedicate al grande gastronomo Pellegrino Artusi le Feste Artusiane di Forlimpopoli dal 19 al 27 giugno (tel. 0543.74338, festartusiana.it).
Dal 1997 Forlimpopoli, in Romagna, rende omaggio al suo concittadino più illustre, Pellegrino Artusi, indiscusso padre della moderna cucina italiana.
A più di un secolo dalla pubblicazione, nel 1891, “La Scienza in Cucina e l’Arte di Mangiar Bene”, con oltre 700 ricette, resta una pietra miliare nella cultura del cibo, non solo del nostro Paese.
Le Feste Artusiane vogliono rinverdire i fasti di questa tradizione, offrendo menù ispirati al grande Pellegrino, con un contorno di spettacoli, rassegne, itinerari gastronomici, degustazioni, incontri (casartusi.it).

Di Silvia Ugolotti

Tag:, , , ,

Lascia un Commento